La Fp Cgil Firenze è molto preoccupata per la prevista soppressione dell’Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria. Si smonta una struttura dello Stato che sta lavorando egregiamente per garantire il rispetto degli standard di sicurezza europei da parte dei gestori delle reti ferroviarie, per costruire una struttura con competenza anche sulla sicurezza stradale ed autostradale in cui mancano da subito il 50% del personale e le competenze tecniche necessarie per adempiere al mandato.
Non troviamo, ad oggi, la garanzia della permanenza delle sedi ANSF nel territorio, né della consistenza del loro organico, né del trattamento economico in essere.
Ci aspettiamo che il Ministero dei Trasporti apra con urgenza un’interlocuzione con i rappresentanti dei lavoratori e non cancelli un’esperienza virtuosa e di eccellenza a livello europeo nella fretta, pur comprensibile, di dare risposte al dramma del ponte Morandi.